L’appuntamento con te, Imprenditore

Non ho il ritorno che speravo sugli investimenti social media marketing!

La voce dell'imprenditore“Abbiamo creato le nostre pagine sui principali canali social, ma non ci fanno vendere di più

“Pubblichiamo i contenuti una tantum, ma le reazioni ai post si contano sulle dita di una mano”

“Il nostro valore non viene percepito”

 

1) Occorre ricordarsi che sui social non si misura la vendita ma il coinvolgimento della community, che deve essere sempre in crescita e interessata al prodotto e servizio dell’azienda.

Sui social prima di tutto si creano le relazioni e si suscita l’interesse dell’utente verso ciò che l’azienda offre. La vendita sarà la conseguenza di una serie di azioni efficaci che fanno parte di una strategia di social media marketing e di una “buona” azione commerciale.

L’engagement, vale a dire il coinvolgimento, deve portare l’utente a interagire con la tua pagina e con i tuoi post: condivisione, commento, messaggio privato, clic su un link tracciato (es WhatsApp).
Detto così sembra semplice, ma in realtà non lo è!

Troppo spesso ci sentiamo dire: “Ma che ci vuole a pubblicare un post.  Faccio seguire il canale dell’azienda a mio figlio che è sempre con il cellulare in mano”

Per pubblicare un post sicuramente bastano pochi minuti.
I ragazzi sono nativi digitali ma produrre piani editoriali persuasivi, efficaci e di successo per lo sviluppo del business aziendale è un mestiere, difficile, che richiede una formazione specifica e costante.

È uno scenario che ti risulta familiare, almeno in parte?

Se la risposta è sì, probabilmente ora ti starai chiedendo perché e quale potrebbe essere la “strada” da percorrere.  

2) Occorre condividere la strategia aziendale con l’area marketing e commerciale e formare costantemente il personale addetto alla gestione dei canali social

Troppo spesso ci sentiamo dire: “Pubblichiamo qualcosa di tanto in tanto, investiamo 30€ per 5 giorni in sponsorizzate, ma non otteniamo risultati”

Ovvio che non possono esserci. Anzi è meglio non perdere tempo e costi in azioni “sciolte” senza aver prima:

  • definito un piano editoriale e gli obiettivi da raggiungere
  • elaborato contenuti originali, persuasivi ed efficaci
  • analizzato i risultati ottenuti con le azioni precedenti
3) Occorre adottare metodo e strumenti per gestire in modo efficace ed efficiente l’attività di social media marketing.

Troppo spesso ci sentiamo dire: “Non sappiamo mai cosa scrivere, facciamo fatica a creare le immagini, per fare un post serve troppo tempo che non abbiamo

Per questo ci sono strumenti utili a gestire tutti i contenuti del piano editoriale e a mantenere il massimo dell’efficienza tra produzione e pubblicazioni.

Eccone alcuni che riteniamo indispensabili:

  • Calendario editoriale à per gestire i tempi di definizione, creazione e programmazione dei post senza vanificare ore e ore di progettazione
  • Banche immagini à per creare contenuti accattivanti risparmiando il tempo di creazione e di elaborazione delle immagini per i post
  • Strumenti per l’elaborazione grafica dei post à sono una salvezza quando è necessario realizzare lavori semplici ma di grande impatto visivo
  • Hashtag à per incrementare la visibilità del contenuto pubblicato indirizzandolo verso un bacino di utenza ancora più ampio
  • Video e Gif à contenuti multimediali utili per veicolare in modo ancora più coinvolgente e interattivo qualsiasi tipo di messaggio
  • Short Link à oltre a ridurre al massimo i caratteri usati per un link, sono personalizzabili così da conferire all’URL un aspetto più gradevole e meno invasivo, e tracciabili come se fossero uno strumento di web analytics
  • Insights à dati e grafici da monitorare per valutare costantemente l’andamento della pagina social
4) Occorre ricordarsi che ogni social ha le sue peculiarità e che non tutti sempre vanno bene per chiunque e qualunque cosa.

Troppo spesso, infatti, ci sentiamo dire: “Facciamo sempre copia e incolla dei post da canale a canale”

Nessuno lo vieta e certamente si tratta di un’azione semplice e immediata, ma è bene considerare che l’efficacia del contenuto, testo e immagine, sarà penalizzata.
Pensiamo ad esempio di dover condividere lo stesso contenuto sulle piattaforme di Instagram e di Twitter:

  • Per il primo canale sarà necessario studiare e realizzare un post in cui l’elemento di comunicazione principale diverrà il contenuto visual delle immagini, dei video, delle storie e dei reed.
  • Per il secondo sarà necessario studiare e comporre un messaggio breve, sintetico ed efficace in 280 caratteri.

Cosa possiamo fare per te? Quello che desideri e di cui hai bisogno:

Formazione al tuo personale

Gestione dei tuoi canali in stretta collaborazione con il tuo team

Analisi e consulenza

Fissiamo una call di 30 minuti: è gratuita e senza impegno

+39 347 6030109

0721 415141